AL KRIEAU DI VIENNA TRE ITALIANI PER IL GRAF KALMAN

Trotting racing stadium Krieau Vienna, Austria.

Trotting Racing Stadium Krieau Vienna, Austria.

Si disputerà domani, nello storico e bellissimo impianto del Krieau, a Vienna, il Graf Kalman Hunyady-Gedenkrennen, la più importante corsa Internazionale del panorama austriaco. Una prova che ha perso nel corso degli anni dotazione e prestigio ma che rimane un bell’appuntamento, soprattutto per la bellezza della location in cui si tiene. Albo d’oro ricchissimo, dal francese Oscar RL, che vinse la prima edizione nel ’65, alla doppietta del mitico Gerhard Kruger con Granit, 1976 e 1977, e poi Meadow Road nel 1984 con un giovanissimo Trobjorn Jansson, la mitica Queen L con Stigo nel 1993, quando la corsa si disputava ancora sui 2800 metri, e poi Giesolo de Lou nella prima edizione a 2300 metri, 1999, la doppietta di Oak General, 2004 e 2005, e quella più “nobile” di Opal Viking, 2007 e 2008. Poi un calo qualitativo sempre più evidente che ha comunque consentito di registrare il primo successo italiano nel 2012, con Lotar Bi ed Alessandro Raspante sulla distanza dei 2600 metri. Ha vinto un cavallo italiano anche l’anno passato, ma Oncoming Diamant è un indigeno decisamente sui generis, uno degli ultimi soggetti targati “Diamant” italiani, prima che Max Schwartz, uno dei più importanti allevatori tedeschi, si rompesse le balle di investire in un Paese senza speranza. Il figlio di S.J.’s Photo può puntare ad essere il 4 cavallo nella storia del Graf Kalman a centrare la doppietta, impresa difficile ma comunque non del tutto impossibile, specie se si riproponesse ai livelli dell’anno passato quando, in una serata da tregenda, stese il grande favorito, il tedesco King of The World, che qui ritrova mal sistemato in seconda fila. Sono pertanto altri due indigeni gli avversari principali di Oncoming Diamant e anche i due soggetti che si divideranno il pronostico, Stark Bi e Romi MMS. L’allievo di Rudi Haller ha un ruolino di marcia impressionante, che lo ha portato vicino ai 100.000€ di somme vinte nonostante calchi palcoscenici (Austria e Germania) tutt’altro che dotati di ricche dotazioni. Il figlio di Toss Out poi, in Austria detiene un piccolo record essendo imbattuto in 7 corse disputate. Romi MMS invece, prodotto fatto in casa dalla famiglia Slavic, ha palesato un incredibile miglioramento nell’ultimo scorcio e può cancellare il nulla di fatto dell’anno passato. Unica remora sull’italo-slovena il fatto che non corra da Settembre quando a Baden dominò l’Internationale Badener Meile al record di 1.11.4.

oncoming-diamant-01

Oncoming Diamant

Vienna – October 9, 2016 – Ko 6:05pm
Trabrennbahn Krieau
Graf Kalman Hunyady-Gedenkrennen
Race 10 – Purse: € 25.000 – Class: +5yo – Distance: 2600

1 Guliano Bo (Ger) – Erich Kubes
2 Charles de Gaulle (Aut) – Christoph Fischer
3 Super Aric (Aut) – Karl Höbart
4 Wild Viking (Ger) – Dr. Marie Lindinger
5 Romi MMS (Ita) – Mitja Slavic
6 Oncoming Diamant (Ita) – Gerhard Biendl
7 Stark Bi (Ita) – Rudi Haller
8 Attrape Moi (Hol) – Peter Sykora
9 Vrai Lord (Fra) – Gerhard Mayr
10 King of the World (Ger) – Dennis Spangenberg

Una risposta a “AL KRIEAU DI VIENNA TRE ITALIANI PER IL GRAF KALMAN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...