TGE EDITORIAL: QUANTO VALGONO LE SCOMMESSE IPPICHE IN ITALIA?

tge-editorial-wpA questo punto bisogna andare piu’ addentro alla faccenda. La costituzione della lobby di Logico, interessato alle scommesse online sull’ippica nel nostro paese, ha scatenato Lega Ippica ergo Confindustria e tutti i provider Italiani che ruotano attorno ad essa, improvvisamente affranti e preoccupati per le sorti dell’ippica italiana. Ma esattamente cosa si stanno litigando? Scommesse online a quota fissa, eventuale exchange in futuro, il tutto sulla base del varo di un palinsesto alternativo.

Attualmente (quota fissa) un valore di circa il 10% del movimento scommesse ippiche in Italia, 50 milioni di euro. Una pisciata nel mare per colossi delle scommesse come Bet365 o Betfair, che fanno parte dei 9 provider consorziatisi in Logico. Come mai allora tutto questo accanimento sulle briciole dell’ippica italiana? E qui occorre cominciare a fare chiarezza e distinguere tra Ippica Italiana e scommesse ippiche in Italia. Su questo Lega Ippica ed accoliti vari hanno ragione a dichiarare che a Logico dell’ippica italiana non interessa un accidente. Non interessa perche’ non si vende, e non si vende perche’ le corse fanno schifo e le scommesse ordinarie su di essa pure. Prova ne sia che ne PMU (Francia) ne ATG (Svezia) si sognano nemmeno lontanamente di mettere corse italiane in palinsesto. Nemmeno i Gran Premi oramai, che tra l’altro non hanno mai il supporto di un convegno all’altezza. Pero’ attenzione, dell’ippica italiana non interessa nulla a nessuno, nemmeno ai provider Italiani. Nulla di nulla. Anche il loro interesse e’ rivolto all’eventualita’ del palinsesto alternativo, che sarebbe evidentemente composto da corse appetibili, quindi mai da corse italiane. Pertanto tutte le varie letterine che leggete pubblicate a destra e a manca da parte delle varie sigle che ruotano attorno a Lega Ippica sono, a nostro modestissimo parere, un’emerita presa per i fondelli. Al solito.

La verita’ e’ un’altra. Fatta di cifre, poiche’ ne in Logico ne in Lega ippica troverete personaggi con l’anello al naso.

In Francia le scommesse online, come in Italia, valgono il 10% del movimento, che per loro significa poco meno di 500 milioni, ma quello non e’ un mercato “attaccabile”. Quel 10% e’ tutto frutto del mercato interno, perche’ la Francia e’ severissima riguardo la chiusura ai .com. I francesi possono insomma scommettere solo su quanto PMU mette in palinsesto. C’e’ poi una fetta di quanto, tanto, viene raccolto dai .com sull’ippica francese che viene evidentemente riversato al PMU, e che quindi fa comodo allo stesso gestore delle scommesse francesi. Esattamente quello che fanno i clandestini in Italia quando scaricano in buchetta per ridurre i “rischi d’impresa”. Quindi, per i provider di Logico quanto per quelli Italiani che mirano al palinsesto alternativo la Francia e’ interessante solo come “proposta” a livello di corse. Ed e’ certamente interessante a livello statistico. 500 milioni di raccolta senza exchange e senza quote fisse, raccolta incentrata soprattutto sulla scommessa quinte’. La loro gallina dalle uova d’oro. In piu’ il raccolto dei .com, con quote fisse “limitate” al campo principale, frutto evidentemente di accordi tra PMU e GermanTote. Di questi ultimi, probabilmente qualche miliardo di euro, una fetta proveniente evidentemente dall’Italia.

In Svezia la misura del valore delle scommesse online lo ha dato Stig Johansson quando, un paio d’anni fa, lamentando l’ingerenza dei .com a nome della filiera che reclamava un aumento del montepremi, ha avuto a dichiarare che quanto raccolto dagli stessi, in Svezia, sulle corse svedesi, rappresentava circa il 55% dell’intero movimento. Diciamo piu’ o meno una miliardata di euro. Ora il mercato svedese di fatto non e’ piu’ attaccabile in quanto ATG ha posto in parte rimedio stringendo accordi con i.com tedeschi, che ora fungono anche da “ricevitori” per quanto riguarda le scommesse “V”, la base del movimento svedese.

A questo punto possiamo legittimamente pensare che vi siano dati accessibili, quanto meno ai provider, circa le cifre che, dall’Italia, vengono raccolte dai suddetti .com, e che queste cifre, sconosciute alla filiera, anzi, meglio dire disconosciute, abbiano ingolosito un po’ tutti, considerando poi che il mercato italiano e’ invece attaccabilissimo se non completamente vergine. L’interesse di tanti colossi verso il mercato italiano lascia persupporre che la “torta” possa essere costituita da una cifra vicina al miliardo di euro, cifra che, aggiunta ai 500 milioni di raccolta “ufficiale” porterebbe ad un totale piu’ sensato per un paese come il nostro e soprattutto renderebbe “logico” l’interesse dei colossi di cui sopra, che per 50 milioni non avrebbero mai mosso il sedere.

Questo e’ il motivo del contendere, questa la fetta di mercato cui aspirano piu’ o meno dichiaratamente quelli di Logico, piu’ subdolamente quelli di Lega Ippica e associati. Ai provider, comunque siano “targati”, interessano gli scommettitori italiani, i clienti, quelli abbandonati dalla filiera ippica italiana, che a loro rifilano da anni un prodotto indecente. E abbandonati anche dallo Stato, che non mette mano alla scommessa nazional popolare, l’unica in grado di fidelizzare il pubblico e di tornare a far crescere interesse e cultura ippica. Cosa che potrebbe nuocerebbe gravemente alla figura di biscazzieri legalizzati propria di qualsiasi governo sia salito al potere negli ultimi 30 anni, bipartisan.

Da qui il discorso gia’ fatto riguardo al bivio. Ippica Italiana da una parte, sempre piu’ povera, scommesse sull’ippica dall’altra. Oramai due binari che rischiano di non incontrarsi mai piu’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...