PROPULSION SALTA E IL PLATEAU DE GRAVELLE SI TINGE D’AZZURRO

timone-ek-won-prix-du-plateau-de-gravelle-01

L’allievo di Daniel Redén confonde la camminata dopo 500 metri e si esclude dal Gruppo III sul doppio chilometro. Timone Ek è quello dei giorni migliori ed il suo affondo è imparabile.

L’attesa performance del figlio di Muscle Hill si è mestamente conclusa dopo appena 500 metri, quando, in pariglia e probabilmente pronto ad andare a chiedere strada ad Athos des Elfes, ha confuso l’andatura escludendosi di fatto dalla sua ultima apparizione stagionale sulla “nera” parigina.
Un peccato, una conclusione che tutto sommato non meritava né Propulsion, né Daniel Redén e nemmeno gli appassionati tifosi del sei anni statunitense.
In Svezia, questa Primavera, ci saranno occasioni per rifarsi.

Tolto dalla contesa il grande favorito è iniziata la bagarre per mettersi in saccoccia questo prelibato Gruppo III, e alla fine a dominare è stato il plotone azzurro, che con Timone Ek ha fatto bottino pieno.
Per il figlio di Mr Vic è alla fine arrivata una vittoria attesa da tempo, frutto di una condizione che ha portato il cinque anni italiano ad affrontare questo impegno con le pile decisamente cariche e che nel tratto finale non ha lasciato scampo agli avversari. Decisiva è stata senza dubbio la partenza volante con cui Jean Philippe Monclin si è posizionato alle spalle del leader e probabilmente ancor più decisiva è stata la mossa di Jean Michel Bazire e del suo Ave Avis, che hanno prima rilevato al comando Athos Des Elfes e successivamente imposto ritmo alla corsa, tale da far si che Joël Van Eeckhaute andasse ancora a chiedere lo scambio.
Il risultato finale è stato quello di lasciare la destra libera a Timone, che una volta entrato nel rettilineo finale ha avuto la capacità di allungare e di conquistare un meritatissimo alloro.
Che l’allievo del Sig. Lettieri fosse soggetto destinato ai grandi palcoscenici ce lo avevano detto le vittorie nel Bjerkes Europamatch e nel Tino Triossi, compreso il secondo posto alle spalle di Princess Grif nel Gran Premio Delle Nazioni.
Ora la speranza è quella di proseguire su questa strada, affrontando una stagione che potrebbe davvero consacrarlo come uno dei migliori cinque anni del Continente.

timone-ek-won-prix-du-plateau-de-gravelle-02

Alle sue spalle è terminato un sorprendente Orione Degli Dei, che in barba alla recente carta ha saputo tirare fuori una prestazione da urlo. Chapeau a Roberto Andreghetti per aver saputo sfruttare le evenienze che la corsa ha concesso.
L’ultimo gradino del podio è andato a quel computer di Ave Avis, che a prescindere da distanza, tracciato e quant’altro ha raccolto l’ennesimo piazzamento di prestigio della carriera, dopo una corsa che ne avrebbe stesi molti.
A completare il Quinté di giornata sono stati ancora due rappresentanti del trotto nostrano, con il formidabile rush finale di Rod Stewart che ha dato seguito ad un Meeting d’Hiver fin qui perfetto e con Sugar Rey, che ha approfittato dell’enquête comminata ad Indigious per far sua la quinta piazza.

timone-ek-won-prix-du-plateau-de-gravelle-03

Paris – February 23, 2017 – Ko 1:47pm
Hippodrome de Vincennes
Prix du Plateau de Gravelle
Race 2 – Purse: € 110.000 – Class: Group III – Distance: 2100

prix-du-plateau-de-gravelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...