RAJESH FACE E’ UNO SPETTACOLO

Rajesh Face won in Jagersro Travbana

Nella riunione di Jagersro il Raja Mirchi di Lutfi Kolgjini mette a segno la seconda vittoria consecutiva e si propone come uno dei soggetti più interessanti della stagione 2017.

Che i figli di Raja Mirchi potessero esprime un potenziale da primissima categoria non l’abbiamo mai nascosto. Tanti, molti i soggetti che negli ultimi dodici mesi hanno messo in pratica i geni ereditati dal campione della Kolgjini Stable.
Nella serata di Mercoledì, nell’impianto di Jagersro, Rajesh Face, il quattro anni agli ordini di Lutfi Kolgjini, ha messo a segno la seconda vittoria consecutiva del 2017, dominando dal primo all’ultimo metro la maratona sui 3140 metri.
Con in sediolo Johnny Takter, Rajesh Face ha distribuito a piacimento un percorso di spessore assoluto, chiudendo la fatica con gli ultimi 500 metri trottati sul piede dell’1.12 e piroli.
Ma non solo, perché sia l’azione che la qualità espressa hanno fatto esprimere a Johnny Takter concetti che fanno del figlio di Raja Mirchi uno degli elementi più completi di tutto il panorama internazionale.

“Questo è un cavallo davvero forte, capace di rendere semplice ogni cosa che gli viene richiesta.”

Nella serata di Jagersro da segnalare anche l’assunto dell’americano da Donato Hanover, D.d.’s Hitman. Il sei anni agli ordini di Petri Puro, e con in sulky Johnny Takter, ha vinto da cavallo declassato l’invito sul doppio chilometro per soggetti di sei e più anni.
Devastante la bordata con cui ai 500 finali si è liberato della compagnia per giungere a traguardo in solitaria.
Per il terzo classificato nell’ultima Sundsvall Open Trot disputata nell’Agosto scorso a Bergsaker, dove finì alle spalle di Nuncio e On Track Piraten, quella di Mercoledì sera è stata la prima uscita del 2017, collimata, oltre che con una facile vittoria, anche con un crono (1.13.1) che fa guardare al futuro con smisurata fiducia.

Per i colori azzurri da evidenziare il bel primo piano del Love You di Jerry Riordan, Umberto Axe, capace di aggiudicarsi l’Handicap sul doppio chilometro con il crono di 1.14.9 (1.12.2 gli ultimi 500 metri).
Davvero bella la vittoria del quattro anni del Sig. Michele Girardi, che ha portato a quattro i primi piani di questo 2017, con uno score che recita anche un terzo posto ed un nulla di fatto nelle sei fin qui disputate.
Bellissima l’esultanza a palo ancora lontano di Peter Arnqvist, che con il braccio al cielo s’è goduto tutta la retta dell’impianto di Jagersro Travbana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...