SOMEBODY ÅS FA SUO L’HANDICAP A NORTHFIELD PARK

Anette Lorentzon 01

L’otto anni svedese di Anette Lorentzon vince per dispersione l’Open Handicap del Northfield Park. Allo Yonkers di New York, Aggressive si aggiudica in volata la Open da $68.000. Al Miami Valley Raceway, Pine Dream brucia sul filo di lana Infiniti As.

Settimana interessante quella appena trascorsa oltre oceano, dove tra lo Yonkers di New York, il Northfield Park, il Miami Valley Raceway, il Dover Downs e Pompano Park si sono disputate diverse prove per soggetti anziani.
Ma andiamo per ordine cronologico.

Otto giorni fa presso lo Yonkers di New York bel primo piano di Aggressive, che sul miglio e un quarto dell’impianto newyorkese si è aggiudicato la prova più remunerativa dell’intera settimana, sfruttando a dovere le schermaglie dei vari partecipanti per poi disporne nel tratto ultimo dopo aver seguito da terzo in corda l’intero percorso. Il castrone di Gilbert Garcia-Herrera, interpretato da Mark Macdonald, ha chiuso la fatica con il quarto conclusivo più veloce (29.4), al pari di Luck O The Irish, terminato quarto.

Il giorno successivo presso l’impianto di Northfield Park, Ohio, è stata la volta dello Striking Sahbra di Anette Lorentzon, che con in sulky Ronnie Wrenn Jr. s’è aggiudicato l’Open Hcp Trot da $14.000 con il piglio del più forte.
Scattato veloce al via, Somebody As ha lasciato in un primo momento strada a Noble Legend, salvo poi rilevarlo alla conclusine del primo quarto per poi proseguire indisturbato fino a traguardo. Ottima la chiusa finale per il castrone di otto anni della Lorentzon, che con un 29.3 si è reso inavvicinabile dal resto della compagnia. Ottima la chiusa finale di Rehab Mountain, che ha avvicinato, pur non battendolo, Noble Legend, l’unico ad essere rimasto in scia al vincitore.

A Pompano Park, Florida, sempre nella giornata di Lunedì, bel primo piano di Boli. L’allievo di Dan Hennessey si è imposto dopo essere scivolato al comando e aver concesso strada al favorito Sooo Handsome. Seguito tutta strada lungo il percorso al figlio di Kadabra non è sembrato vero quando in dirittura gli si è aperto il varco decisivo, utile a battezzare in un finale palpitante l’allievo di Rick Plano.

Martedì, presso il Miami Valley Raceway, Pine Dream si è aggiudicato l’Open Trot da $22.000. Il cinque anni interpretato da Trace Tetrick si è imposto agevolmente dopo essere rimasto fuori dallo sparo iniziale (27.2) ed aver seguito a distanza gli iniziali battistrada. Ottima interpretazione di Trace Tetrick, che consapevole del potenziale del suo allievo ha atteso il quarto conclusivo per passare in tutta scioltezza sugli avversari.

Nella stessa giornata, presso l’impianto di Pompano Park, splendido primo piano per She’s All In (16/1 al tot), capace di vincere in maniera disarmante l’Open Handicap per femmine anziane.
La figlia di Revenue, con in sulky e al training Rick Plano, ha sfruttato a dovere il ritmo indiavolato imposto dalle favorite Bad Angel e Serendipitious. Ai 600 conclusivi la mossa che ha deciso la prova, prendendo la schiena di Modern Mercury e preparando lo speed finale che non ha lasciato scampo alle avversarie.

Mercoledì, presso il Dover Downs, si è consumata la prova più qualitativa dell’intera settimana, dove Gural Hanover (da Crazed), nonostante la seconda fila e la presenza in pista di soggetti del calibro di Wind Of The North e Tough Mac, ha avuto l’ardire di girare tutta strada di fuori e di imporsi da soggetto importante.
Il ritmo, cadenzato dal favorito Tough Mac, sembrava non lasciare spazio ad eventuali inserimenti, invece il sei anni di Ron Burke, interpretato da Anthony Morgan, non solo si è incaricato di risalire per corsie esterne quando davanti si viaggiava a ritmo sostenuto, ma transitati i tre quarti di miglio in 1:25 ha avuto ancora la forza di passare sul burro sul finire della piegata conclusiva, isolandosi progressivamente a traguardo.
Tempo conclusivo in 1:54.3 con chiusa finale in 28.3, che per il figlio di Crazed è valsa come miglior misura settimanale.

Meravigliosa la prova che ha visto sempre nella giornata di Mercoledì vincere il netto favorito Tricky Nick, che nonostante il 28.3 a partire e il 28.3 a chiudere ha dovuto sudare le fatidiche sette camice per avere ragione del coriaceo Angels Ransom (9/1 al tot.). Con in sulky Jim Pantaleano, il cinque anni da Band’s Gold Chip sembrava nella classica botte di ferro dopo aver graduato nel mezzo miglio intermedio. Invece c’ha pensato proprio l’allievo di Michael Dowdall a rendere la Preferred da $18.000 emozionante fino all’ultimo metro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...