Solvalla da il via alle qualificazioni dell’UET Grand Prix

011 - Solvalla

Due batterie, ventidue partecipanti e otto possibili qualificati. Solvalla apre il sipario alle eliminatorie dell’Uet Grand Prix.

Partiranno questa sera dall’impianto svedese di Solvalla le eliminatorie dell’Uet Grand Prix, prova per soggetti di quattro anni che vedrà l’atto conclusivo svolgersi nello stesso ippodromo di Stoccolma nella giornata del 30 di Settembre.
Tra Svezia e Francia si daranno battaglia trentadue soggetti in tre batterie di qualificazione, pronti a succedere a Readly Express, vincitore nella passata stagione sulla nera parigina eguagliando l’1.12 stabilito da Bold Eagle nel 2015 a Wolvega e a Kadett C.D. nell’edizione 2011 disputata ad Avenches. Ancora in piedi il record di 1.10.8 realizzato da Mosaique Face proprio sul tracciato svedese nell’edizione 2013.
Una manifestazione che anno dopo anno ha assunto un valore sempre più maggiore grazie ad un montepremi decisamente elevato (€400.000) e ad un albo d’oro composto da nomi che hanno scritto pagine indelebili del trotto europeo.
Basti pensare alle vittorie di Ina Scott (1993), Abano As (2001), Maharajah (2009) e Bold Eagle (2016) che hanno visto i sopraccitati vincere successivamente il Prix d’Amérique.
Per l’Italia sono tre i nomi che sono entrati nel palmares della manifestazione. Ad aprire le danze fu Daguet Rapide in quel di Torino, vincendo con Pietro Gubellini in sulky a media di 1.14.2 nell’edizione 2004, Main Wise As replicò nell’edizione 2010 disputata a Le Croisé-Laroche, vincendo insieme a Sébastien Ernault a media di 1.12.2. L’ultimo successo indigeno in ordine temporale è spettato al fenomenale Robert Bi, che insieme a Robin Baker dominò l’edizione 2014 disputata sul tracciato di Mauquenchy a media di 1.12.8.
Tra i driver la voce del padrone la fa Stigo Johansson, vincitore in quattro occasioni con Make The Knife (1985), Clash Hammering (1986), Atas Rocket (1988) e Abano As (2001). Fermi a due successi sono in tre: Orjan Kihlstrom nelle edizioni 2003 e 2009 (Naglo e Maharajah), Dominik Locqueneux nel 2000 e nel 2002 (Com Karat e Kiss Melody) e Jorma Kontio, capace di vincere nel 1992 con Jexpress Dahlia e a distanza di ventiquattro anni con Readly Express, ultimo vincitore della manifestazione.

Nelle divisioni di questa sera saranno i padroni di casa ad occupare il maggior numero dei posti nelle rispettive griglie di partenza, con ben diciannove soggetti sui ventidue al via. Gli altri tre partecipanti rappresenteranno i colori norvegesi.
La prima batteria vivrà principalmente sulle chance di Makethemark, Monark Newmen e Global Trust. L’allievo di Petri Salmela sarà gioco forza uno dei più attesi, avendo volutamente rinunciato al Derby per preparare a dovere la prova continentale per i nati nel 2013. Con Ulf Ohlsson in cabina di regia il figlio di Maharajah avrà chiarissima la chance di staccare il pass per la finalissima e di giocarsi la vittoria.
Sia l’Orlando Vici di Fredrik Persson, secondo nel Derby vinto da Cyber Lane che lo Yankee Glide di Timo Nurmos saranno i più seri candidati a seguire Makethemark alla finalissima del 30 di Settembre.
Tra gli altri possibilità per i due norvegesi Shocking Superman, secondo nel Norsk TravDerby vinto da Cokstile, e Born In The U.s.a., quarto a contatto nel Gruppo I di Bjerke.
Flash Hammering e Rigel Face gli altri nomi di una prima batteria davvero interessante.

Grand Prix de l'UET 2017 division - 01

Nella seconda divisione sarà proprio il norvegese Cokstile ad accampare pronostico e possibilità di vittoria e qualificazione. Il figlio di Quite Easy U.S. ha dimostrato nella prova di Bjerke di essere soggetto di levatura internazionale e grazie al buon numero di avvio potrebbe in breve prendere la testa della corsa e comandare tatticamente l’intero percorso.
A seguirlo a traguardo e in finale saranno principalmente in quattro. Gareth Boko splendidamente posizionato, Global Trustworthy dotato di classe, Disco Volante in grande ordine e Rajesh Face, il Raja Mirchi di Lutfi Kolgjini voglioso di prendersi la rivincita dopo il quinto posto conquistato in un Derby dove era partito con i netti favori del pronostico.
Uppohoppa e Springfield gli altri due nomi di una prova che nelle premesse promette incertezza e grande spettacolo.

Grand Prix de l'UET 2017 division - 02

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...