La buona stella di Vincent Hébert

Alamo Du Goutier - 01

Trentuno anni ed una sana, viscerale passione per il suo Alamo Du Goutier. Nel Quinté odierno il figlio di Quido du Goutier va in caccia della sesta vittoria consecutiva.

E’ una di quelle storie che lega l’Ippica ai sentimenti, a quelle emozioni che riescono sempre a creare il connubio perfetto tra sport e natura, tra animale e uomo, in quella sorta di legame che si discosta dall’effimera ricerca di denari e copertine.
La favola di Vincent Hébert e Alamo Du Goutier inizia tra le mura di casa, tra la passione di papà Hubert ed il sogno di poter disporre di un soggetto per poter competere a buoni livelli. La scintilla sembrava essere scoppiata con l’arrivo in scuderia del figlio di Quido du Goutier, facendo intravedere fin dai primi passi qualità che avevano fatto sperare e guardare al futuro con grande ottimismo. Poi l’inconveniente, nell’Inverno del 2015, un infortunio di poca entità che con il senno di poi ha permesso ad Alamo di crescere con maggiore gradualità, giungendo al sesto anno di età con poche corse nelle gambe.

L’esplosione è avvenuta ad inizio anno, al termine di un Inverno che l’ha fatto maturare e crescere sotto l’aspetto fisico, al punto da portarlo a vincere quattro delle cinque disputate. Poi il matrimonio del suo mentore, a cui il cavallo ha preso parte facendo da attore protagonista nell’album dei ricordi. Da quel giorno Alamo Du Goutier non si è più fermato, mettendo in fila cinque successi a seguire e regalando a Vincent quel sogno che ancora oggi fa parte di una delle realtà ippiche più belle di tutto il panorama trottistico francese.

“E’ un cavallo che ha bisogno di affetto, ed io e la mia famiglia non glielo abbiamo fatto mai mancare.”

Nel frattempo sono arrivate le offerte, ma Vincent ha detto di no, senza nemmeno voler sapere quale sarebbe stata la cifra messa sul piatto.

“Ho avuto diversi contatti, ma non ho mai voluto sapere quale cifra avrebbero potuto offrire per il cavallo. Alamo è qualcosa che va oltre un assegno. Fa parte della nostra famiglia, è uno di noi e per niente al mondo me ne potrei separare. Attualmente ho solo lui come effettivo e alcuni buoni puledri che spero possano crescere bene. Oggi a Vincennes non sarà facile ma ha le credenziali per poter far bene. Tutte le sue vittorie sono state ottenute in provincia e questo pomeriggio ci saranno degli ottimi cavalli ma noi scenderemo in pista nella miglior condizione possibile.”

La favola di Vincent e Alamo prosegue, accompagnata da quella stella che per sempre seguirà la meravigliosa storia d’amore tra l’uomo ed il cavallo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...