Readly Express e Timo Nurmos dominano le Hästgalan

Hästgalan 2018 - 01

Il recente vincitore del Prix d’Amérique e il suo mentore fanno incetta di premi nella serata dedicata al cavallo dell’anno svedese. Johan Untersteiner si aggiudica il premio come miglior allenatore, a Christoffer Eriksson va il trofeo come miglior driver.

E’ stata una serata che in qualche modo ha accontentato tutti, dispensando i vari riconoscimenti per categoria risultati alla fine i più congrui per quanto visto nella stagione 2017. Allo Stockholm Water Front la stella doveva essere Readly Express e Readly Express è stato, grazie alle votazioni che hanno coinvolto per il 50% gli addetti ai lavori e per il restante 50% gli appassionati. Un plebiscito per il figlio di Ready Cash capace di vincere tutte e sei le prove in cui è stato chiamato in causa, tra cui lo Jubileumspokalen, l’European Championship per soggetti di cinque anni, la Svenskt Mästerskap ed il Tenor de Baune di Parigi.
Con Inga Perk ancora in Normadia insieme al fenomeno svedese è stato Timo Nurmos a ritirare l’ambito riconoscimento e a delineare l’obbiettivo numero uno per la stagione in corso.
“E’ stata una stagione fantastica e ora tutti gli sforzi e i sacrifici si indirizzeranno verso l’Elitloppet di Solvalla”.
A confermare la scelta anche Rolf Andersson, proprietario del cavallo, che spera ad un’ultima domenica di gennaio dove il meteo, il pubblico e la possibilità di vedere un cavallo svedese imporsi nella prova regina della primavera scandinava possano essere tutte condizioni realizzabili.
Per Timo Nurmos la serata di riconoscimenti non si è conclusa con la sola vittoria del cavallo dell’anno. Sempre Readly Express si è aggiudicato il premio come miglior anziano, mentre Villiam si è assicurato l’alloro come miglior tre anni. “Il nome ha origine famigliare, era il nome di mio nonno e dietro c’è una lunga e bella storia. Ho molta fiducia nel suo potenziale e sono convinto che avrà un futuro importante”.

Hästgalan 2018 - 02

Oltre a Timo Nurmos la serata di Stoccolma ha visto premiati altri grandi protagonisti della stagione svedese, come Johan Untersteiner, premiato come miglior allenatore e vincitore con Cyber Lane del premio come miglior quattro anni. Rimanendo in tema di equini il premio come miglior due anni se lo è aggiudicato Global Welcome, non un caso sotto la regia del maestro indiscusso dei puledri Svante Bath.
La grande stagione di Twister Bi ha avuto grande peso nella scelta del miglior driver, alloro finito a Christoffer Eriksson, più volte celebrato e finalmente riconosciuto anche dalla Svenska Hästsportjournalisters Klubb.
La giumenta di Petri Puro, Cash Crowe, si è aggiudicata il premio come miglior femmina, mentre Nicklas Westerholm si è portato a casa il premio come miglior giovane.
Mattias Djuse ha fatto suo il Jim Fricks Pris, Matilda Persson l’Helen Anns Pris e Sofia Adolfsson il Svensk Travsports Montépris. Tra i proprietari il riconoscimento è stato vinto da Lars Åberg (Cyber Lane), mentre Torbjörn Jansson è stato eletto ambasciatore svedese del trotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...