Bold Eagle come Bellino II

#BoldEagle 🇫🇷 #ReadyCash won #PrixReneBalliere - Group 1⃣

#BoldEagle 🇫🇷 #ReadyCash won #PrixReneBalliere – Group 1⃣ – @jllamaere Photo

Il figlio di Ready Cash vince per la terza volta consecutiva il René Ballière ed eguaglia la tripletta fatta registrare a metà anni settanta da Bellino II. Nel Journée Des Champions affondano tutti i favoriti. Franck Nivard succede a Eric Raffin nel trofeo EpiqEDays.

Ha fallito le due trasferte svedesi andando in caccia di un Elitloppet che non ha concretizzato le speranze di Sebastien Guarato e di tutto l’entourage. Ha probabilmente messo a nudo l’idiosincrasia alle prove ripetute e a quell’uscire fuori dai patri confini per andare a cercare gloria dove altri hanno invece scritto la storia del trotto mondiale. Ed in qualche maniera ha deluso tutti coloro che lo hanno amato alla follia intravedendone la possibilità di ricalcare le imprese di coloro che hanno saputo imporsi, oltre che nel Prix d’Amérique, anche nelle classiche europee e statunitensi.
Questo, tutto questo, non potrà però mai cancellare quanto saputo fare dal pupillo di Sebastien Guarato all’interno dell’esagono, sulla carbonella nera di Vincennes, dove ancora oggi, nonostante l’amara sconfitta patita nell’ultimo Amérique da parte di Readly Express, rimane il re incontrastato.
Il successo, il terzo consecutivo, nel René Ballière ha consacrato ancora una volta Bold Eagle, vincitore senza se e senza ma e capace di riscrivere la storia del trotto transalpino.
Come Bellino II a metà degli anni settanta, il figlio di Ready Cash ha portato a tre il numero dei successi consecutivi all’interno del Gruppo I sulla distanza del doppio chilometro, vincendo di forza, di classe, di voglia.
Una spallata ad un Elitloppet iniziato male e finito peggio e un’incoronazione con tanto di iscrizione nella storia del trotto francese che ha saputo rimettere ogni cosa al proprio posto, perché checchesenedica Bold Eagle è stato, è e per sempre sarà uno dei più grandi interpreti della specialità equina per eccellenza.
Dopo la diciottesima vittoria in una prova di Gruppo i programmi futuri del campionissimo di Pierre Pilarski prevederanno la trasferta belga di Mons, dove andrà a difendere il titolo conquistato dodici mesi fa nel Prix de Wallonie. Successivamente e in attesa di conferme ci sarà la possibilità di vedere all’opera il figlio di Ready Cash all’interno del circuito TGV nella tappa di La Capelle.

La giornata al Plateau de Gravelle, interamente dedicata alle corse di Gruppo, ha visto la totale debacle di (quasi) tutti i favoriti tecnici delle varie prove. Nel Prix Xavier de Saint Palai la sconfitta d’eccellenza ha riguardato Draft Life, battuta comunque da un soggetto di enorme qualità come Dexter Fromentro. Fra i tre anni se da una parte è giunta la conferma di un ottimo Fado du Chêne nel Prix d’Essai con tanto di record della corsa (1.13.0), dall’altra la debacle di Flocki d’Aurcy nell’Albert Viel è stata per certi versi clamorosa, come clamorosa è stata la vittoria di Fighter Smart (161/1), che approfittando della squalifica di Feliciano ha portato a casa una prova di Gruppo I tanto insperata quanto incredibile.
Sorprese che non sono mancate nemmeno nel Président de la République dove a vincere è stata una ritrovata Elladora de Forgan, al primo successo stagionale con in sella Franck Nivard. A picco sono finiti il favorito Etonnant (quinto), Eole Christubert (decimo) e Esperanzo (sesto).
Lo splendido pomeriggio di Vincennes è stato chiuso dalle vittorie, questa volta confermando categorie e ruoli in pista, di Orlando Jet nel Prix de Grasse (imbattuto sulla nera parigina) e dello splendido Earl Simon nel Prix Raymond Fouard. Il Quinté di giornata se lo è invece aggiudicato una fantastica Une Serenade nel Prix de Grosbois, brava nell’approfittare della rottura ad inizio retta di Caprice Du Lupin e difendendosi con i denti nell’emozionante testa a testa con Beau Gamin.
A dominare il challenge EpiqEDays grazie ai successi in Président de la République e René Ballière è stato Franck Nivard, successore di Eric Raffin campione in carica.

#JournéeDesChampions on @vhpofficiel 🇫🇷 - 02

 Photo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...