Hugo Åbergs Memorial: Propulsion cerca un posto nella storia

#Propulsion won Hugo Abergs Memoerial 2017 - New European Record 1.08.1 - 04

#Propulsion won Hugo Abergs Memoerial 2017 – New European Record 1.08.1 – Micke Gustafsson Photo

Il figlio di Muscle Hill va in caccia del primo hat-trick nel Gruppo I internazionale proposto dall’impianto di Jägersro. Diamanten, Dante Boko e Giveitgasandgo i principali avverari.

Proverà a fare quello che non sono riusciti a fare i vari Express Gaxe (1979, 1980), Big Spender (1986, 1987), Peace Corps (1990, 1991), Rite On Line (1997, 1998), Gidde Palema (2004, 2005), Lavec Kronos (2010, 2011) e Commander Crowe (2012, 2013). Cercherà di dare seguito ad un periodo particolarmente prolifico che lo ha visto nel suo personalissimo 2018 centrare otto podi nelle otto disputate, con quattro vittorie e tre ragguagli cronometrici sotto il muro dell’1.10 nelle tre a cui ha preso parte (1.09.9 nella Meadow Roads Lopp, 1.09.1 nell’Elitloppet di Solvalla e 1.09.2 nell’ultima Årjängs Stora Sprinterlopp).
E non ultimo si impegnerà a battere se stesso e soprattutto quell’1.08.1 fatto registrare giusto un anno fa, quando al cospetto di due soggetti come Ringostarr Treb e Twister Bi fece segnare la miglior misura europea all-time sulla distanza del miglio.
Con molta probabilità sarà proprio l’assenza dei due indigeni che potrebbe impedire al pupillo di Daniel Redén di migliorare cronometricamente una misura di per se già fantascientifica, anche se le presenze in pista di soggetti come Dante Boko, Diamanten, Giveitgasandgo e le schegge impazzite Rajesh Face e Pastore Bob renderanno l’edizione 2018 dell’Åbergs Memorial non meno bella e qualitativa di quella dello scorso anno.
Insindacabilmente il leitmotif tattico della corsa si snoderà tra una partenza che promette scintille e su ciò che dopo di essa si andrà a disegnare attraverso le posizioni acquisite. Almeno in quattro cercheranno quella testa che potrebbe garantire un sicuro piazzamento e la possibilità di giocarsi qualcosa di importante nel tratto conclusivo.
Alla diatriba parteciperanno i due di Kolgjini, con Dante Boko stra-posizionato e con la guida sempre ispirata di Christoffer Eriksson, Pastore Bob, che dal sei di avvio proverà partenza volante, Giveitgasandgo, anch’esso velocissimo ma sacrificato dal sette e soprattutto Diamanten, l’unico in pista in grado di sovvertire il pronostico e di portare Stigo Johansson a conquistare per l’ottava volta il Gruppo I di Jägersro.
Insomma, un Hugo Åbergs Memorial dove Propulsion e Orjan Kihlstrom dovranno tenere altissima la concentrazione e provare per la prima volta nella storia a centrare uno storico hat-trick.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...