Goofy Greenwood rientra a Wolvega, vince e s’infortuna di nuovo

#GoofyGreenwood 🇳🇱#RusselNovember won Championnat des Trotteurs Hollandai at @VictoriaparkVpw - 01

#GoofyGreenwood 🇳🇱#RusselNovember won Championnat des Trotteurs Hollandai at @VictoriaparkVpw

Fermo dall’infortunio patito in paddock nell’inverno scorso il figlio di Russel November torna all’attività agonistica, e dopo la prova di qualifica sul tracciato di Duindigt s’impone al Victoria Park nel Championnat des Trotteurs Hollandai.

Diciamolo tranquillamente senza turbamento alcuno: quando il figlio di Russel November ha lasciato sul posto Hillary Queen all’ingresso della retta di arrivo e lo speaker olandese si è lasciato andare spingendo l’allievo di Hugo Langeweg jr. con un colorito “Go go Goofy”, l’emozione ha preso il sopravvento.
Non esiste appassionato o addetto ai lavori che non abbia a cuore il talentuoso cinque anni olandese, un amore incondizionato che da sempre accompagna le prestazioni di Goofy Greenwood e che l’inverno scorso subì un colpo tanto duro quanto inaspettato. Ma le storie ippiche hanno più volte raccontato di eroi leggendari che sono riusciti a superare l’ostacolo, gettando il cuore oltre il limite. Lui, Goofy Greenwood, uno di questi.
Non lo ha fermato l’infortunio post Prix de Montélimar (settembre 2016), non lo ha fermato il grave inconveniente post Prix de Verdun (febbraio 2018), dove oltre a mettere a sedere un certo Davidson Du Pont, rischiò seriamente non solo l’attività in pista ma anche il proseguo della vita terrena.
E non lo ha nemmeno fermato un’operazione che ai più sembrava impossibile, che per molti avrebbe significato fine della carriera.
Goofy Greenwood ha però gettato il cuore oltre l’ostacolo, ha superato il limite, travolgendo come un’onda l’intero campo partenti del Championnat des Trotteurs Hollandai. Un ritorno in grande stile che per un attimo ha fatto passare in secondo piano la ferraglia all’interno dell’arto posteriore destro, handicap di non poco conto che ha nuovamente influito sulla quarta vittoria stagionale del figlio di Russel November. Al termine della stessa la tegola che non ci voleva, un responso che ha nuovamente bloccato l’ascesa agonistica di uno dei maggiori rappresentanti della nidiata trottistica europea 2013. L’arto, sempre destro, questa volta anteriore. Un frattura, per fortuna composta, che costringerà l’allievo di Hugo ad osservare due settimane di assoluto riposo prima di entrare nel programma di acqua training. Al termine di tutto questo ci si troverà nuovamente davanti ad una decisione: continuare o fermarsi?
Ora pensare a quel che potrebbe essere il domani di Goofy è senza dubbio operazione delicata. Il Meeting d’Hiver parigino alle porte, quello messo nei programmi del Team, è senza dubbio il sogno di tutti, di Hugo in primis. Ma dopo quanto accaduto tutto dipenderà. Dipenderà da come il cavallo reagirà all’ennesimo inconveniente fisico, dipenderà da una convalescenza che vivrà inevitabilmente sul day-by-day, ma soprattutto dipenderà dalla testa di un atleta che mai si è voluto arrendere, e che ancora una volta proverà a rinascere. Da leggenda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...