Jimmy Takter si congeda trionfando con Tactical Landing

#TacticalLanding 🇺🇸 #MuscleHill won #TVG 🏆🇺🇸 Open #TheFinal - 01 - 📸 @LisaPhotoM1

#TacticalLanding 🇺🇸 #MuscleHill won #TVG 🏆🇺🇸 Open #TheFinal – 📸 @LisaPhotoM1

Nella finale Open del TGV il nipote di Varenne batte in un testa a testa adrenalinico il coetaneo Six Pack e regala a Jimmy Takter l’ultima grande vittoria della carriera. Emoticon Hanover fa sua la finale tutta al femminile. Sonnet Grace conferma il ruolo di favorita e si aggiudica le Goldsmith Made, Southwind Avenger fa la sorpresa nelle Valley Victory.

Ha voluto chiudere come meglio non avrebbe potuto, ha voluto salutare un movimento con la vittoria più bella e forse meno attesa. Di sicuro ci mancherà. Ci mancheranno i suoi allievi, le sue vittorie, quel sorriso e quello sguardo che ha saputo contagiare, dopo l’Europa, anche gli States. Ma non solo.
Jimmy Takter dice addio lasciando al movimento nord americano un soggetto che negli anni a venire potrà finalmente ripercorrere le orme dei grandi d’America, mettendo un punto fermo tra gli anziani e proponendosi anche per le grandi prove del Vecchio Continente.
Nell’ultimo grande appuntamento a stelle e strisce dell’anno Tactical Landing, e con lui Six Pack, ha messo a nudo il valore (basso) degli anziani nord americani, imponendosi agevolmente a tre anni in un confronto Open. A metterci il carico da 90 c’ha pensato Six Pack, secondo a traguardo e anch’esso proiettato verso una carriera da anziano che possa, come da training, ripetere le gesta di un soggetto come Resolve.
Il tempo dirà. Per ora non rimane altro che applaudire a scena aperta Jimmy Takter e sperare che sia Tactical Landing che Six Pack possano mettersi sulle spalle il futuro del trotto a stelle e strisce.


Nella divisione tutta al femminile a spuntarla è stata una convincente Emoticon Hanover, svelta nell’assumere il comando e coriacea quando nel tratto ultimo ha saputo respingere il qualitativo affondo di Hannelore Hanover.
E proprio dalla prova della figlia di Swan For All è finalmente tornata a galla la qualità della portacolori di Frank Baldacchino, autrice di una chiusa in 26.3 (la più veloce di serata) con fare davvero importante.

In serata si sono disputate anche due divisioni per soggetti di due anni. Nelle Goldsmith Made, per sole femmine, l’ha spuntata l’attesa Sonnet Grace, che di giustezza ha respinto l’altra favorita al beeting Princess Deo. Nella divisione maschile, le Valley Victory, Southwind Avenger ha fornito la sorpresa, aggiudicandosi la prova su di un ottimo Chin Chin Hall. Seven Hills, favorito, ha rotto quando sembrava poter disporre della compagnia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...