Supergill ci ha lasciato

#Supergill 🇺🇸 #SuperBowl - 01

#Supergill 🇺🇸 #SuperBowl – 📷 @stalltz

All’età di 34 anni uno dei più significativi stalloni di tutti i tempi, nonché nonno di Ringostarr Treb, ci ha lasciato. Alle 07:24 di sabato 16 marzo l’erede di Super Bowl e Winky’s Gill si è spento presso l’Allevamento Toniatti di S. Michele al Tagliamento.

“È sempre difficile perdere un amico, mi mancherà. Mi mancheranno il carattere, sempre felice e allegro, il temperamento e quell’aver vissuto accanto a noi gli ultimi anni della sua vita”.
Con queste parole, accompagnate dalla commozione, Roberto Toniatti ha dato la notizia della scomparsa a 34 anni di uno dei più significativi stalloni di tutti i tempi. Una perdita, oltre che affettiva, di un soggetto che è stato capace di scrivere, in pista e in allevamento, pagine indelebili della storia del trotto mondiale.
Allevato da Ulf ”Fläkten” Moberg presso la Castleton Farm, Supergill è stato venduto nel 1986 alle Tattersalls Yearling Sale di Lexington per l’allora imponente cifra di $500.000.
Considerato il miglior esponente dei due anni a stelle e strisce, annata in cui si aggiudicò il Peter Haughton Memorial, a tre anni conquistò il secondo posto nelle Breeders Crown, il terzo nel World Trotting Derby e il quinto nelle Hambletonian Stakes. Sul tracciato di Springfield collezionò il miglior ragguaglio cronometrico (1.10.6) della generazione.
Dopo due stagioni in pista fu inserito nell’allevamento americano, lavorando dal 1989 al 1994 e producendo un totale di 422 soggetti tutti registrati negli Stati Uniti.

#WinkysGill 🇺🇸 #Bonefish - 01

#WinkysGill 🇺🇸 #Bonefish – 📷 @stalltz

Nell’autunno del 1995 la famiglia Toniatti acquisì Supergill per un somma considerevole e anche se gli inizi non furono brillanti (“Non era contento quando stava per saltare sul fantasma, abbiamo dovuto raccogliere lo sperma quando era in piedi con tutti e quattro gli zoccoli sul pavimento e ha funzionato altrettanto bene”, ha riferito Roberto Toniatti) il proseguo dell’attività allevatoria fu un successo a tutto tondo, al punto da spingere lo stesso Toniatti a dichiarare: “Sharif di Iesolo è sempre stato il numero uno per noi, ma e altrettanto chiaro che dietro di lui non può che esserci Supergill”.
Le produzioni dopo il 1995 hanno fruttato ben 1.548 registrazioni indigene e 259, di cui 19 milionarie, in Svezia.
Tra le sue produzioni più elitarie si possono annoverare i nomi di Malabar Man (vincitore dell’Hambletonian 1997), Giant Diablo (per 7 anni detentore del record del mondo sul miglio; 1.08.5), Rite On Line, Supergrit e Toss Out.
Tra le produzioni statunitensi da ricordare anche quell’Allison Hollow (Valley Victory 1996) che bene ha fatto sui tracciati italiani.
Le produzioni europee più rappresentative riguardano Calvin Capar (Sprintermästaren 2003), Calypso Capar (Gran Premio Allevatori 2001), Concord Jet (Derby italiano 2002), Ellymay (Gran Premio Allevatori 2003, Gran Criterium 2003), Gambling Bi (Gran Premio della Lotteria 2008), Giant Diablo (Breeders Crown 2003, Drottning Silvias Pokal 2004, E3 2003, E3 2003, Svenskt Trav-Oaks 2003, Stochampionatet 2004, Sundsvall Open Trot 2016), Gilly Lb (Gran Premio Allevatori 2005, Gran Criterium 2005), Hot Gill (Derby austriaco 2003), Malabar Man (Gran Premio Orsi Mangelli 1997), Persugill (Derby sloveno 2001), Rite On Line (Hugo Åbergs Memorial 1997, 1998, Åby Stora Pris 1998), Sir Volo (Norskt Kriterium 1996), Staro Showbiz (E3 2001), Staro Yzerman (Ulf Thoresens Minneslopp 2005) e Zambeshi Flash (Gran Premio Orsi Mangelli 1999).

#SuperBowl 🇺🇸 #StarsPride - 01

#SuperBowl 🇺🇸 #StarsPride

In qualità di “nonno” lo stallone statunitense non fu da meno, mettendo in piedi una lista, tra America ed Europa, di enorme prestigio, tra cui la tripletta nel Derby italiano dal 2009 al 2011 e Ringostarr Treb, dopo Varenne l’indigeno più vincente della storia. D’One (Svenskt Trav-Oaks 2013, Breeders Crown 2015), Jalopy (Hambletonian Oaks 2005), Blur (Breeders Crown 2005, Elegantimage Stakes 2005), Civil Action (Peter Haughton Memorial 2001), Corleone Kosmos (Breeders Crown 2008), Cyclone Lok (Derby russo 2015), First Lavec (Sprintermästaren 2001), Hertha Djuhm (Dansk Uppfödningslöpning 2002), Macho Gams (Derby italiano 2009), Mega Vagn (Danskt Kriterium 2007), Mosaique Face (Europaderbyt 2013, Master du Trot 2015, Svenskt Travderby 2013), Occhione Jet (Gran Premio Allevatori 2010), Nadir Kronos (Derby italiano 2010), Olona Ok (Derby italiano 2011), Pastore Bob (Finlandia-Ajo 2018), Policy of Truth (E3 2016), Ringostarr Treb (Campionato Europeo 2016, Elitloppet 2018, Olympiatravet 2018), Unique Juni (E3 2016), Veronica Fling (Derby ungherese 2018) e Västerbo Fantast (Breeders Crown 2014).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...