La Francia da l’assalto al resto d’Europa

Cathédrale Notre-Dame de Paris - 41

Bahia Quesnot e Coach Frambleu all’Olympiatravet, Eridan e Drole de Jet al Finlandia Ajo, Face Time Bourbon al Gran Premio d’Europa, Bel Avis e Abydos du Vivier al Lotteria, Django Riff e Delloro Vedaquais alla Copenhagen Cup, Dijon e Aubrion du Gers all’Elitloppet, Bel Avis e Dream de Lasserie alla Sweden Cup, Blé du Gers alle Harper Hanovers, Arlington Dream e Boss du Meleuc nella prova evento al montato nel week-end dell’Elitloppet.

Sarà una migrazione di massa, epocale, perché a memoria mai così tanti soggetti battenti bandiera francese avevano inserito nei rispettivi programmi una stagione primaverile-estiva così pregna di eventi. E in un certo senso Bold Eagle, con la sua partecipazione all’Elitloppet, ha aperto quella feritoia per troppo tempo resa ermetica da una filosofia che ha impedito al pubblico di mezza Europa da una parte e dagli stessi protagonisti dall’altra di ammirare lo spettacolo che invece, e giustamente, meritano.
Svezia, Finlandia, Danimarca e Italia saranno di gran lunga i grandi obbiettivi del plotone transalpino, che in massa si riverserà per conquistare il predominio del continente.
Jean Michel Bazire in primis potrebbe essere, dopo un inverno dominato sotto tutti gli aspetti, il grande protagonista delle prove evento della stagione più calda dell’anno.
Aubrion du Gers sarà la punta di diamante dello squadrone francese, lo Zidane a quattro zampe che potrebbe espugnare Solvalla e riportare in Francia l’Elitloppet (Timoko 2017). Per il ragazzo di Le Mans il catino di Solvalla potrà ammirare anche Blé du Gers nelle Harper Hanovers e Bel Avis nella Sweden Cup, con quest’ultimo, in attesa di conferma, precedentemente annunciato partente al Lotteria di Agnano. Al miglio rovente campano prenderà parte anche Abydos du Vivier, quarto soggetto targato Bazire pronto a dare manforte ad una scuderia in procinto di fare il bello e il cattivo tempo anche fuori dai patri confini. In Italia, ma per il Gran Premio d’Europa, sbarcherà invece Face Time Bourbon, il portacolori della Bivans dirottato dal Criterium dei 4 anni transalpini al Gruppo I internazionale.
Per Sebastien Guarato ci sarà anche la Finlandia nelle prenotazioni di hotel e ristoranti, grazie alla presenza di Eridan all’interno del roster del Finlandia Ajo. Finlandia Ajo che garantirà la presenza in pista anche di Drole de Jet, il protetto di Pierre Vercruysse vincitore dell’Europaderby disputato sul tracciato di Solvalla.
La Danimarca potrebbe invece diventare terra di conquista dell’Haras du Bouttemont, potendo contare sulle possibili presenze di Django Riff e Delloro Vedaquais alla Copenhagen Cup, con la non utopistica conferma di un 3 anni sempre targato Allaire nella riunione del Gruppo I danese.
Tornando in Svezia spazio per Dijon nell’Elitloppet e per Dream de Lasserie nella Sweden Cup, entrambi allievi di Romain Derieux, mentre Arlington Dream e Boss du Meleuc, nel week-end della prova evento della primavera europea, saranno impegnati nell’europeo al montato.
Ad aprire le danze ci penseranno Bahia Quesnot e Coach Frambleu nell’Olympiatravet di questo pomeriggio, data “0” di un esodo che potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova epoca trottistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...