Propulsion prenota l’Elitloppet

#Propulsion 🇺🇸 #MuscleHill won #Olympiatravet 🏆🔥🏆 @abytravet 🇸🇪 Group 1⃣ - 01 - 📸 Malin Albinsson TR Bild

#Propulsion 🇺🇸 #MuscleHill won #Olympiatravet 🏆🔥🏆 @abytravet 🇸🇪 Group 1⃣ – 📸 Malin Albinsson TR Bild

L’allievo di Daniel Redén conquista l’Olympiatravet 2019 con una prestazione mostruosa e si erge a grande favorito della prova evento di Solvalla. Handsome Brad e Bahia Quesnot completano il podio. Mellby Free, al rientro, fa sue con grande autorità le Lovely Godivas Minne.

In una giornata piovosa, con terreno pesante e con in testa l’Elitloppet di fine maggio, l’Olympiatravet di Propulsion non era iniziato nel migliore dei modi. Dopo il solito avvio tranquillo e con Cyber Lane a prendere il comando delle operazioni, Orjan Kihlstrom ha pensato bene di muovere dal fondo senza lasciare troppo spazio di manovra al Raja Mirchi di Johan Untersteiner. Il tutto senza fare i conti con Muscle Hustle e Bjorn Goop, che vistisi arrivare ai fianchi il campione della Stall Zet hanno pensato bene di replicare lasciando il figlio di Muscle Hill in costante terza ruota. Ritrattosi per finire la curva Orjan ha nuovamente pigiato sull’acceleratore, coprendo il paletto davanti alle tribune in un siderale 1.06.7, misura che ha permesso il sopravanzamento dell’allievo di Robert Bergh e il tanto agognato affiancamento al vincitore del Derby 2017.
Tenendo buon ritmo si è così andati fino all’ingresso in retta, dove Propulsion ha nuovamente cambiato passo lasciando sul posto il 6 anni di Untersteiner e isolandosi a traguardo tagliando il palo in un considerevole 1.11 spaccato. Lontano dall’1.10 realizzato dodici mesi fa da Ringostarr Treb, ma lo stesso importante viste le condizioni del tracciato e la tipologia di corsa.
Un successo, il secondo dell’anno, che pone l’otto anni della Stall Zet come il grande favorito dell’Elitloppet di Solvalla…. Readly Express permettendo.
Nel Gruppo II per femmine di cinque anni ha vinto e convinto la rientrante Mellby Free, imponendosi a media di 1.14.4 e sfruttando gli errori in avvio di Dibaba prima e Valchiria OP poi.
Per la Muscle Hill di Bjorn Goop la vittoria non è mai stata in discussione e i 500 metri finali trottati in 1.11.2 dalla trionfatrice delle StoChampionatet di Axevalla la dicono lunga sulle qualità di una cavalla pronta al definitivo salto di qualità.
Alle sue spalle si sono così piazzate Calina e Commit Boom Bay, due outsider che nulla hanno potuto nei confronti di un’avversaria di altra categoria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...