Lotteria 2019: Jean Michel Bazire a caccia di Hillion Brillouard

JLL Photo - Jean Michel Bazire - 01

JLL Photo – Jean Michel Bazire

Con Bel Avis e Abydos du Vivier il ragazzo di Le Mans prova a riportare il Lotteria in terra di Francia 39 anni dopo Hillion Brillouard. Il duo della Courant Ab e i nostri Vitruvio, Urlo dei Venti, Tessy d’Ete, Vivid Wise As, Timone Ek e Pantera del Pino gli altri candidati al successo finale nel Gruppo I di Agnano.

Qualitativamente, per dati oggettivi e presenze di ben altro livello in giro per l’Europa, il Lotteria 2019 non presenterà, per l’ennesima stagione, un campo partenti dove l’attesa per questo o per quell’altro campione diventerà spasmodica. Però, altrettanto oggettivamente, due saranno gli aspetti che faranno del Lotteria di Agnano una più che interessante vetrina del trotto europeo. Pur senza nomi altisonanti la direzione corse dell’impianto campano è riuscita, dopo stagioni da centrali indigeni, a proporre un roster dove le presenze francesi, svedesi, finlandesi e statunitensi hanno finalmente dato un volto internazionale ad un evento che ancora oggi ricorda i fasti di Ina Scot, Crowning Classic, Remington Crown, Victory Tilly.
Omogeneità degli invaders unita alla chance corpose di Vitruvio e Urlo dei Venti faranno di quest’edizione un reale e speriamo futuristico punto di partenza.
L’avere oggi calibri da “90” una volontà che si scontra inevitabilmente con l’agognante gestione dell’intero settore e che inevitabilmente, come promosso nell’edizione 2019 del Lotteria, dovrà risalire la china con una programmazione paziente e lungimirante. Intanto Agnano ci prova.
E se protagonisti a quattro zampe di livello elitario non ne avremo, la calata nel Sud del Paese da parte di Jean Michel Bazire accenderà sicuramente entusiasmi e fantasie.
L’indiscusso Re dell’ultimo Meeting d’Hiver, pur avendo dirottato Aubrion du Gers all’Elitloppet e lasciato in paddock Belina Josselyn, ha accettato l’invito di Agnano, portando al Lotteria Bel Avis e Abydos du Vivier. Due soggetti non ai livelli dei sopracitati ma entrambi in buona condizione. Soprattutto il figlio di Ganymede, in continua e costante ascesa e autore nell’ultimo Plateau de Gravelle del personale sulla distanza dei 2100 metri (1.10.7).
Insomma, 39 anni dopo Hillion Brillouard (Philippe Allaire), ultimo transalpino a trionfare nel Gruppo I campano, Jean Miche Bazire avrà la chance di riportare il Lotteria in Francia, dando quell’indubbio lustro all’intera manifestazione. E se i vari Deimos Racing, Dupree, Disco Volante (tutti interpretati da Bjorn Goop), Lover Face, Attack Diablo e Arazi Boko (questi due ultimi allenati da Gocciadoro), rappresenteranno le altre speranze straniere, i nostri Vitruvio e Urlo dei Venti porteranno alto il tricolore per difendere: il secondo il titolo conquistato dodici mesi fa (inseguendo la doppietta dopo l’uno-due realizzato nel 2012 e 2013 da Mack Grace Sm); il primo l’attuale dominio trottistico da parte del proprio mentore.
Tutte condizioni che garantiranno quell’incertezza tecnica in grado di offrire uno spettacolo degno del Lotteria, pur senza campioni con la “C” maiuscola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...