Looking Superb si conferma, Bahia Quesnot viene invitata ufficialmente all’Elitloppet

#BahiaQuesnot 🇫🇷 #ScipionduGoutier won #AlgotScottsMinne 🥇 - 📸 @miatornberg - 01

#BahiaQuesnot 🇫🇷 #ScipionduGoutier won #AlgotScottsMinne 🥇 – 📸 @miatornberg

L’allievo di Jean Michel Bazire domina a tempo di record il Prix du Gâtinais e conferma uno straordinario stato di forma in vista della prova evento di Solvalla. La figlia di Scipion du Goutier vince le Algot Scotts Minne di Aby e viene ufficialmente invitata da Anders Malmrot al Gruppo I di fine maggio.

L’Elitloppet di Solvalla, a sole due settimane dal suo inizio, sta prendendo sempre più forma. Ai già confermati Readly Express, Propulsion, Aubrion du Gers, Dijon, Double Exposure, Looking Superb, Uza Josselyn, Makethemark e Heavy Sound, si è unita nel pomeriggio di oggi la 8 anni di Junior Gulepa, Bahia Quesnot, vincitrice in bello stile delle Algot Scotts Minne proposte dall’impianto di Aby. Sul miglio di Gulddivisionen la figlia di Scipion du Goutier ha dominato con gran finale a centro pista una più che interessante compagnia, fermando le lancette del cronometro a 1.10.6 al chilometro e mettendo nelle condizioni ideali il direttore sportivo dell’impianto svedese nel sottoscrivere il fatidico biglietto rosa di invito alla prova evento della primavera europea.
Un successo meritato e qualitativo che ha fugato ogni dubbio dalla mente di Anders Malmrot, che con l’inserimento all’interno del roster della 8 anni francese ha portato a dieci il numero dei soggetti sicuri partenti del Gruppo I internazionale.
E se in Svezia, nella giornata dedicata alle finali di Drottningpokalen e Kungapokalen (di cui tratteremo ampiamente nella giornata di domani), è giunto l’invito all’allieva di Junior Gulepa, in Francia il norvegese Looking Superb ha confermato la bontà dell’invito ricevuto producendosi nell’impressionante vittoria all’interno del Prix du Gâtinais, Gruppo III sulla distanza dei 2850 metri.
Una prova monstre collimata con il nuovo record della corsa (1.12 spaccato) che ha portato Jean Michel Bazire a spendere ulteriori parole importanti nei confronti del secondo arrivato all’ultimo Prix d’Amérique.
Un successo, a soli tre decimi dal record del percorso su medesima distanza (1.11.7 di Enino du Pommereux nel Criterium des 4 Ans), che pone l’allievo del ragazzo di Le Mans come una delle non impossibili sorprese di un’edizione che si sta proponendo come la più incerta e qualitativa degli ultimi anni.
Qui l’attuale composizione dell’Elitloppet edizione 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...