Guarato con le femmine, Allaire con i maschi: il Criterium dei 3 anni sarà affare loro

#GunilladAtout 🇫🇷 #ReadyCash won #PrixAnnickDreux🏆 #Group 2⃣ - 01 - 📸©JLL-LeTROT @ScoopDyga

#GunilladAtout 🇫🇷 #ReadyCash won #PrixAnnickDreux🏆 #Group 2⃣ Sulky – €110.000 – 2700 – 3 years old Fillies on @vhpofficiel🏟️🇫🇷 @LeTrot with @GoopBjornGoop & @EcurieGuarato ⏱️1.14.6 on 2700 over #GreenGrass #GalileaMoney #Gourgandine and #GirlsTalk
#MH1920❄🇫🇷
📸©JLL-LeTROT @ScoopDyga

Gunilla d’Atout e Green Grass nel Prix Annick Dreux, Gallant Way, Golden Bridge, Gotland e Gatsby Perrine nel Prix Jacques de Vaulogé, dominano le rispettive divisioni e consentono a Sebastirn Guarato e Philippe Allaire di darsi appuntamento al Criterium del 15 dicembre.

Ci sarà da divertirsi parecchio nella giornata del 15 dicembre, quando sui 2700 metri del Criterium des 3 Ans i nati nel 2016 si daranno battaglia per conquistare la prima leadership generazionale.
Maschi e femmine finalmente insieme avranno modo di confrontarsi e di gettare quelle basi per attraversare, nel bene e nel male, la stagione dei 3 anni transalpini.
Partendo dal gentil sesso e dopo il Prix Annick Dreux andato in scena nel pomeriggio di ieri è indubbio che una delle grandi favorite del Gruppo I sarà Gunilla d’Atout, la Ready Cash dell’Ecurie Saint-Martin giunta alla sesta vittoria della carriera e vincitrice in bello stile con Bjorn Goop in sulky. Duttile, qualitativa, sempre pronta a qualsiasi evenienza di corsa, l’allieva di Sebastien Guarato ha dominato in lungo e in largo il Gruppo II sulla distanza dei 2700 metri, giungendo a traguardo in grande scioltezza e precedendo la compagna di training Green Grass, anch’essa rivista in ottima condizione. Per quanto riguarda l’erede di Bold Eagle c’è da aggiungere che ha corso principalmente per rifinire i dettagli, correndo gli ultimi 500 metri e sprintando a centro pista con fare importante. Domenica 15 dicembre i conti si dovranno fare anche con lei. Bene anche Galilea Money, terza a traguardo precedendo la positiva Gourgandine e Girls Talk, quest’ultima con la bandiera bianca in mano poco prima dell’ingresso in retta con l’attenuante di uno schema non propriamente adatto alle sue caratteristiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra i maschi è giunta da una parte la conferma della pattuglia Allaire e dall’altra la sorpresa di vedere giungere terzo a traguardo Gotland, il grande favorito della prova e del Criterium che si disputerà tra tre settimane esatte.
A vincere è stato l’opportunista Gallant Way, sfruttando per l’intero tragitto la corda e piazzando l’affondo decisivo sul compagno di training Golden Bridge, quest’ultimo partito come unica alternativa all’altro erede di Ready Cash.
Per Gotland è così giunto l’inaspettato stop, complice il balletto all’uscita dei nastri che ha costretto Eric Raffin a portarsi nelle retrovie del gruppo.
Da li è inevitabilmente iniziata un’altra corsa, fatta di attenzioni e guardando saggiamente al Gruppo I di metà dicembre, obbiettivo numero uno per l’ennesimo grande prodotto da Ready Cash.
Quarto, in lotta con Garibaldi è giunto l’altro targato Allaire, Gatsby Perrine, per un poker d’autore che ha visto il numero uno dell’Haras du Bouttemont aggiudicarsi per 4-2 il virtuale confronto con quel Sebastien Guarato che il 15 dicembre sarà l’unico e vero avversario per la conquista del primo grande appuntamento per i nati nel 2016.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...