Bold Eagle, Sylvain Roger e Toni Gio: il Bourbonnais 2019 passa da qui

#TonyGio 🇮🇹 #Varenne won #PrixFédérationRégionaleNord Group 3⃣ - 01 - 📸 @ScoopDyga

#TonyGio 🇮🇹 #Varenne won #PrixFédérationRégionaleNord Group 3⃣ – 📸 @ScoopDyga

L’acquilotto interpretato nell’occasione da Eric Raffin, Enino e Délia Du Pommereux e l’indigeno della Bivans saranno del Bourbonnais i soggetti più attesi a traguardo. Valokaja Hindö, sorretto da diversi compagni di allenamento, e Who’s Who tra coloro che avranno possibilità d’inserimento.

Tra poche ore andrà in scena la seconda prova di qualificazione all’Amérique 2020. 2850 metri che garantiranno ai primi tre classificati il diritto inoppugnabile di presentarsi nell’ultima domenica di gennaio all’interno del roster della corsa più prestigiosa del globo terracqueo.
Un Prix du Bourbonnais che presenterà in pista un numero più che considerevole di soggetti di alta qualità che si giocheranno vittoria, piazzamenti e un pizzico di protagonismo.
Bold Eagle, per trascorsi e buone voci provenienti dagli ultimi lavori svolti rappresenterà senza se e senza ma il punto di riferimento della contesa. Con Eric Raffin in sulky il portacolori di Pierre Pilarski tornerà sulla nera parigina dopo il trionfo canadese nelle Breeders: un po’ per valutare l’attuale condizione atletica e un po’ per testare le chance di Amérique.
Sebastien Guarato oltre al figlio di Ready Cash farà scendere in pista Toni Gio, l’indigeno di Antonio Somma che dopo il quarto posto nel Bretagne cercherà di conquistare il fatidico ticket d’accesso al Prix d’Amérique.
Con Jean Philippe Monclin alle redini lunghe e su distanza ideale il figlio di Varenne avrà chance notevoli di essere tra gli assoluti protagonisti della seconda prova di qualificazione all’evento di fine gennaio.
Protagonisti che troveremo anche nella scuderia di Sylvain Roger grazie alle presenze di Enino e Délia Du Pommereux, entrambi scalzi, entrambi rodati, entrambi in grado di prevalere grazie a classe e forza. Per Délia, dopo il successo di dodici mesi fa, andare a caccia del bis un ulteriore stimolo per vivere l’evento al massimo della concentrazione.
Oltre ai sopraccitati potranno inserirsi Valokaja Hindö, sorretto da Belina Josselyn e Davidson Du Pont, e Who’s Who, lo svedese di Pasi Aikio ancora una volta interpretato dda Orjan Kihlstrom.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...